Chi controlla i controllori? 🤨



Per carità, sarà solo un’opinione, ma non esprimerla significherebbe negarmi il diritto fondamentale di una democrazia, la libertà di espressione. Cosa che, a quanto pare, ai “detentori della verità assoluta” non dispiacerebbe… 🤨


Vedete, non è una novità che il mondo giri per il verso sbagliato. L’ha sempre fatto e non vedo perché dovrebbe smettere proprio oggi.

Ma mai e poi mai avrei pensato che potessimo spingerci fino a questo...

Non nel 2020! Un anno che simbolicamente dovrebbe significare il futuro, il superamento del vecchio, il raggiungimento di uno stato mentale che pensatori, creativi e innovatori di tutto il mondo aspettavano da decenni. Ma che dico decenni, da sempre! 😐


E invece no.

Nell’era di internet, dove l’informazione è alla portata di tutti e in qualsiasi momento, avviene l’esatto contrario. Come per un inquietante scherzo di un karma ormai difettoso. 🤔

Voglio dire, la lotta contro le fake news degli ultimi anni è stata così aggressiva, così assidua, così sproporzionata rispetto all’irrisoria entità della minaccia, che alla fine abbiamo ottenuto qualcosa contro cui abbiamo sempre combattuto: il famigerato «pensiero unico». 😐


Civili di destra e civili di sinistra si sono alleati (e allineati) in onore di una dottrina precotta e preconfezionata, senza porsi alcuna domanda, postando e condividendo articoli altrettanto conformisti per smascherare le potenziali notizie false.

Va bene, per carità di dio! Peccato che, sovente, questi «paladini dell’attendibilità» fossero gli stessi che fino a qualche anno prima condividevano post sulle Torri Gemelle demolite dagli americani stessi, foto di Bin Laden che stringe la mano a Bush, complotti su chip sottocutanei e il mio preferito di sempre, le scie chimiche. Basta armarsi di pazienza e andare a spulciare le loro bacheche negli anni passati per smascherarli. Sono pochi ad aver avuto al pazienza di fare un repulisti generale. Magari qualcuno di voi lo farà dopo aver letto questo articolo, chissà… 😏

«Media shit food for idiots» è una mia vecchia illustrazione digitale (2013).

D’altra parte, qualcuno potrebbe rimproverarmi che cambiare idea è umano ed è sintomo di intelligenza.

Vero! Cambiare idea è sintomo d intelligenza. Tuttavia, un conto è cambiare idea avendo colmato lacune di ignoranza, un altro conto è adeguarsi a prescindere a qualsiasi cosa venga dichiarata dalle tv tradizionali e/o dai giornali ordinari. Secondo il mio modesto parere, questo ha un solo nome, ma un sacco di sinonimi. Il nome è manipolazione. Mentre i sinonimi sono lavaggio del cervello, persuasione coatta, addestramento, ammaestramento, dottrina, fede, dogma, oscurantismo, cecità intellettuale, paura

In parole povere, o sei allineato, o sei un fake! Il minimo che può capitarti è un comportamento gravissimo, il distanziamento sociale. 🤦🏻‍♂️


Perché?

Mi chiedo perché un individuo non debba più godere del diritto di esprimere la propria opinione, per quanto essa costituisca una palese castroneria.

Ma soprattutto, chi decide cosa sia una castroneria e cosa sia invece la verità?

Il governo? 🤨

La futura commissione contro le fake news, fra l’altro capitanata dalla RAI? 😂

Chi stabilisce chi ha il diritto di parola e chi va bandito? 🤔

Per dirla alla Watchmen di Alan Moore:

«Chi controlla i controllori?»

Per chiudere

Con questo non intendo certo appoggiare chi sostiene che il Covid-19 sia un mega complotto orchestrato dal “nuovo ordine mondiale massonico-sionista” per assoggettarci alle sue volontà. 😂

Tantomeno intendo difendere quei fanatici che dichiarano che si tratta di un castigo divino per purificarci dal degrado verso il quale siamo sprofondati, causato secondo essi dal consumismo, dall’omosessualità e dalla perdita di altri valori religiosi. 🤬

Ma in un mondo democratico, il cui caposaldo dovrebbe la libertà di esrpessione, credo che anche questa gente abbia il diritto di esprimere la propria opinione, per quanto merda essa sia. 💩

Quante volte sulle vostre bacheche – e per vostre non intendo propriamente le vostre, non ho controllo su chi mi legge – ho letto citazioni pseudo-voltairiane, tipo

«non concordo con ciò che dci, ma sono disposto a morire per il tuo diritto di dirlo»

Ebbene, dove sono finite quelle parole? Nel dimenticatoio? Nella Gora dell’Eterno Fetore?

Bah 🙄, sono fermamente convinto ci sia qualcosa che non quadra in tutto questo. Anche se, come sostiene ogni libro di comunicazione che si rispetti, vale sempre la legge del martellamento, attraverso la quale anche il più scettico verrà persuaso. 🤨

A tal proposito, mi viene in mente un’altra celebre frase:

«Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità»

Lo disse Goebbles, ministro della propaganda del Terzo Reich. 😐


Per quanto mi riguarda, continuerò a prestare fede alla didattica di San Tommaso, che mi insegna di non crederci finché non ci ficco il naso. 😎


Ossequi agli umani di buona volontà 👋🏻

e cordiali vaffanculi ai titolari della verità assoluta. 🖕🏻


Elia Cristofoli


Elia Cristofoli

scrittura creativa, video, illustrazione

VIa S. C. di Rosa, 6 - Bussolengo - 37012 - Verona

P. Iva 033 65790231 - CF CRSLEI79B24E349F

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon