Colori in faccia!

Questo è un video puramente estetico. Nel senso che non ha una storia, ma solo un concept. È stato concepito come countdown per le presentazioni di grande impatto scenico in ambienti fieristici o anche privati. Questo spiega il conto alla rovescia da 10 a 0. Immagina la scena: centinaia di persone a guardare la proiezione di questo breve video, e allo scadere dello zero, il telo viene sganciato rivelando un'enorme macchina da stampa. La gente rimane così:

😲

25 fps

500 fps

2016, ADVision

Written, directed and edited by Elia Cristofoli

Director of photography: Mirko Saydo Mimi

Production director: Camilla Meneghini, Loris Marchiori

High-speed camera operator: Lorenzo Capurro

Assistant: Niccolò Miglietta Manolo (Eurovideo, BO)

Set assistant: Matteo Chiarini, Christian Bonamini

Cast: Brekti Targa, Zoe Cristofoli, David Cocco Naykene, Federica Sun, Stefano Mambelli

Location: Siviglia (Spagna)

Lo slowmotion a mille fps

Le telecamere ad alta velocità possono girare ad oltre mille fotogrammi al secondo (fps). Oggigiorno, anche un banalissmo cellulare da 100 € riesce nell'impresa, grazie a firmware sempre più potenti. Ma nel 2015 – quindi appena 6 anni fa rispetto a quando scrivo, 2021 – era impensabile. Per realizzare riprese a 1000 fps occorrevano camere speciali, come la Diablo, o la Phantom, il cui noleggio ammontava ad oltre i 4.000 € giornalieri, senza contare il camion di luci che serviva per illuminare la scena. Oggi, tutto si è spostato più in là, per così dire. Ciò significa che, se i telefonini girano a mille, allora le macchine ad alta velocità girano a 4 mila, a 10 mila, fino a centinaia di migliaia di fotogrammi al secondo, in modo da rendergliela parecchio dura ai telefonini...

😂

Come funziona?

Semplice, esattamente come si evince dal video backstage di seguito, al mio azione, i lanciatori scagliano le polveri colorate (anallergiche, mi raccomando) contro la malcapitata o malcapitato di turno, fine. La telecamera ad alta velocità registra per circa 10 secondi, dopodiché si arresta automaticamente per via del buffering. Sapete com'è, per ogni secondo deve depositare 500 fotografie in alta risoluzione. La stessa cosa accade se impostate l'ultra slow-motion sul vostro telefonino: noterete che a una certa smette di registrare. La differenza sostanziale, nonché motivo per cui le camere ad alta velocità costano così tanto, sta nella qualità dell'immagine. I cellulari sono ancora lontani anni luce dalla resa delle telecamere. È una questione di spazio fisico...

🤷🏻‍♂️

un'esplosione di colori

 

Modelle e modelli

Ho scelto modelle e modelli giovani e di varie etnie per dare l'idea di internazionalità e di giovinezza. Questo perché Nilpeter è un'azienda danese con un titolare molto giovane (allora era poco più di un quarantenne) e che vende macchine da stampa in tutto il mondo. Nel video c'è anche Zoe Cristofoli, mia sorella, e se non vado errato, questo è il primo video ufficiale in cui lavoriamo assieme.

Backstage fotografico

Elia Cristofoli

scrittura creativa, video, illustrazione

VIa S. C. di Rosa, 6 - Bussolengo - 37012 - Verona

P. Iva 033 65790231 - CF CRSLEI79B24E349F

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon