K+

years

Elia Cristofoli 2009

Da runner a regista indie

Kappapiù Imaginary Studio (o più semplicemente K+) era la casa di produzione di Gianluca Magnoni, detto Giangi, regista di un certo calibro in Italia, celebre per i video musicali anni'80/'90, nonché mio mentore.

Lo conosco da quando sono bambino, e già dalle superiori, in una maniera o nell'altra, mi coinvolgeva nei suoi innumerevoli set.

In pratica, K+ è stata la mia prima vera scuola di regia, dove mi sono fatto le ossa, partendo da runner per divenire, nel giro di pochi anni, un regista esordiente, firmando video di rilievo nazionale, alcuni dei quali riporto qui di seguito...

Valerio Scanu - Dopo di me (2009)

2009

Directed by Elia Cristofoli

DoP: Mirko Saydo Mimi

Cast: Guido Cicogna, Lisa Dal Dosso

Ebbene sì, il primo video musicale di Valerio Scanu lo girai io. In realtà fu un set divertente, che comprese tre giornate di shooting sulle spiagge di Livorno. Non avevo mai girato una storiella d'amore, per cui era una cosa nuova per me. E a me piacciono le cose nuove.

😎

Come vedete nel backstage, un Elia dai lunghi capelli impartisce istruzioni a destra e a manca. Celeberrima fu la scena del bacio al tramonto, in cui i due attori dovettero scagliarsi nell'acqua gelida per limonare come se non ci fosse un domani, mentre Mirko sedeva sul bagnasciuga a immortalare la scena...

😂

Enrico Bicchi - La vita gira così (2009)

2009

Directed by Elia Cristofoli

DoP: Umberto Ottaviani

Questo video girato per la SONY Music è stato un vero delirio! Tra troupe e comparse, sul set c'erano un centinaio di persone, ed io, appena trentenne, dovevo governarle tutte con polso di ferro, ma anche mantenendo la calma. Abbiamo girato in una location pazzesca (oggi demolita), la Teca di Verona, un enorme spazio concepito proprio per questo genere di cose. Vi allego anche il backstage, che è sempre divertente...

😎

Fu un grande set per un emergente come Enrico, al quale dovette sembrare di vivere in un sogno, con tutte quelle attenzioni rivoltegli. Girammo con una Panasonic P2, se non erro, con le ottiche cinematografiche (ma potrei sbagliarmi). Il set andò per le lunghe e finimmo piuttosto tardi, ma Enrico era dotato di grande pazienza, si comportò molto bene e fu davvero disponibile a fare tutto ciò che mi veniva in mente, anche le scene in esterna, col freddo di novembre...

Decò - Fantastica (2009)

2009

Directed by Elia Cristofoli

DoP: Mirko Saydo Mimi

Cast: Silvia Moruzzi

Adoro questo video girato per la SONY Music, la quale mi diede carta bianca sulla creatività, ed io pensai di omaggiare alcuni tra i miei film preferiti, attraverso la bellissima Silvia, che personificò la Trinity di Matrix, la Pris di Blade Runner, la Mia Wallace di Pulp Fiction, e così via, come un'allegoria sul voler essere qualcun altro, quando in realtà si è perfetti così come si è. Fantastica è appunto il titolo del brano e parla proprio di questo. È stato il mio primo video alla regia per Kappapiù.

😎

Niccolò Fabi - Aliante (2009)

2009

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

Videographer: Elia Cristofoli, Nicola Barresi

Questo è probabilmente il primo video musicale di rilievo nazionale girato con l'allora rivoluzionaria Canon EOS 5D Mark II, la prima Reflex che permetteva di girare video in Full HD con qualità (quasi) cinematografica. Il problema era che la camera girava solo a 30 fps, perché la Canon non aveva ancora rilasciato l'aggiornamento del firmware che avrebbe permesso di girare a 25 fps. Ma il video doveva girare in tutte le tv italiane (che giravano a 25) e noi ce ne sbattemmo e lo girammo lo stesso. Naturalmente, in tv il video scattava ogni 5 frame. Per un occhio clinico significava un errore madornale, mentre per tutti gli altri sarebbe stato poco più di un fastidio impercettibile.

Dino & Farfa - When We Fell (2009)

2009

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Elia Cristofoli

Per girare questo video siamo andati fino a Berlino. E in via del tutto straordinaria, io ero il direttore della fotografia. C’era bisogno di essere veloci, di catturare l’immagine in una manciata di secondi, di girare per la città fuori dal tettuccio di una macchina e di rubare le luci della notte... E chi meglio di un videomaker (figura professionale di nuova concezione nel 2009) poteva fare tutto ciò? E niente, in quell'anno io ero l'unico in circolazione. Perlomeno a Verona.

Velvet - Tutti a casa (2008)

2008

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

Set Designer: Elia Cristofoli

In questo video mi improvvisai scenografo. Giangi voleva un occhio fotografico, e non un occhio da scenografia. Così, mi rimboccai le maniche, mi armai di quotidiani e di nastro adesivo, e rivestii un'intera serra, continuando a controllare in camera per capire se stavo coprendo abbastanza per le inquadrature che il regista aveva in mente. Fu molto divertente, perché imparai un sacco di cose nuove...

Diego Mancino - Milano e l'impossibile (2006)

2006

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

Runner/Timelapse: Elia Cristofoli

Questo video, girato nello storico locale Le Scimmie di Milano (chiuso da anni ormai), il mio ruolo era quello del "tuttofare", un jolly, o per meglio dire, un runner. Non mi vergogno a dirlo, anzi, cerco di spingere anche i miei allievi a iniziare da qui, perché si imparano un sacco di cose in poco tempo. E si impara anche l'umiltà. Facevo il backstage, realizzavo sequenze in timelapse, accompagnavo gli artisti e le comparse, e nei tempi morti cercavo di rimorchiare una tipa...

😅

Omar Pedrini - Amore Fragile (2006)

2006

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

Stop Motion Animator: Elia Cristofoli

Questo video è uno dei più copiati in assoluto. Ci ho messo tre mesi per realizzare le animazioni, tutte in rotoscoping, reclutando due disegnatori e insegnando loro come dovevano fare, ma soprattutto come imitare il mio segno. Omar stava sbroccando per l'attesa, ma alla fine fu soddisfatto del risultato e il video girò alla grande su tutte le tv nazionali.

Dolcenera - Com'è straordinaria la vita (2005)

2005

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

Stop Motion Animator: Elia Cristofoli

Uno dei set più strani di sempre quello di Dolcenera. Giangi mi chiese di realizzare tutta una serie di animazioni in stop-motion, tipo piante arrampicanti, bambole che prendevano fuoco, e altra roba strana. Mi divertii un sacco, e più di una volta rischiai di bruciare la fotocamera, e pure me stesso...

Dolcenera, poi, era una tipa ambigua ed esercitava un fascino particolare su tutti i presenti, soprattutto durante il playback, che cantava sul serio, estendendo la sua voce verso limiti disumani. Ricordo che, per un particolare effetto di post (scena del ghiaccio), Dolce doveva cantare un pezzo del brano al contrario e al doppio della velocità. Lo imparò lì, sue due piedi, alla perfezione. Noi così:

😯

Mango - Ti amo così (2005)

2005

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

2D Animator: Elia Cristofoli

Per questo video realizzai le animazioni floreali che poi inserimmo sui pavimenti e sui muri. Non dico nient'altro perché non c'è nient'altro da dire.

😶

Piero Pelù - Prendimi così (2004)

2004

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

Graphioc Designer: Elia Cristofoli

Feci poco niente per questo set, disegnai la carta da gioco principale e altre piccole cosucce. Ma mi piace ricordare questo set, perché il Brucaliffo è interpretato niente popo di meno che da Tiziano Cristofoli, mio padre.

🤣

Alexia - Money Honey (2000)

2000

Directed by Giangi Magnoni

DoP: Umberto Ottaviani

2D Animator: Elia Cristofoli

Oh mio dio, che vergogna! A rivederlo dopo così tanti anni, mi viene un coccolone. E pensate che questo video continuavano a passarlo su MTV e VideoMusic, incessantemente. Allora era una novità, qualcosa che nessuno aveva fatto prima... Comunque, guardatelo solo se non avete veramente niente da fare. Io lo pubblico solo per onestà intellettuale, affinché nessuno possa dirmi «eh ma tu...». Ma io cooosa?

🤨

Argento Vivo - Non ho l'età (1999)

2000

Directed by Giangi Magnoni

DoP: (non ne ho idea)

2D Animator: Elia Cristofoli

Ero ancora alle superiori, e avevo appena iniziato a smanettare con Flash, che allora era ancora della Macromedia ed eravamo probabilmente in 5 a saperlo usare in tutta Italia. Comunque sia, un giorno Giangi vide dei test di cartoon che stavo facendo e mi coinvolse per realizzare delle piccole animazioni per questo video. Io accettai perché c'erano delle belle signorine, una delle quali oggi è una stimata collega.